Parete nord-ovest del Civetta



PUNTA DELLA SFINGE 2802m - VIA TIEN AN MEN

LUNGHEZZA: 270m di sviluppo, 5 lunghezze
DIFFICOLTA': VII+ o A0 (VI+ obbligato)
ESPOSIZIONE: sud - est
MATERIALE CONSIGLIATO: rinvii, nuts e friends, cordini, eventualmente un picozzino per l'attacco ad inizio stagione.
TIPO DI ROCCIA: ottimo granito tipico del Masino
APRITORI: D. Corbetta - D. Galbiati, 22/07/1989
NOTA BENE: la via è bella e merita sicuramente di essere ripetuta, peccato sia molto breve. Abbiamo avuto problemi di orientamento anche perchè la chiodatura non è abbondante.
PERIODO CONSIGLIATO: da giugno ad ottobre
ACCESSO STRADALE: da Milano si raggiunge la città di Lecco, si imbocca la Lecco-Colico (SP36) ed al suo termine si seguono le indicazioni Valtellina. Seguire per Sondrio, prima della città, all'altezza di Ardenno, si svolta a sinistra e si segue per la Val Masino. Raggiunto l'abitato di S. Martino si seguono le indicazioni per le terme e si posteggia. Attenzione: il parcheggio delle terme è a pagamento, una cinquantina di metri prima si trova uno spiazzo per poter parcheggiare gratis.
AVVICINAMENTO: dal rif. Omio salire il sentiero per il passo Ligoncino, quindi deviare a sinistra puntando allo sperone est della Sfinge (circa 1h dal rifugio).
ATTACCO: si attacca una placca a sinistra della via dei Morbegnesi, fix visibile in alto.

RELAZIONE:
L1 - Si attacca la placca e con passi di aderenza si raggiunge uno spit di sosta. (45m, VI-)

L2 - Traversare a destra ed arrampicare nel diedro obliquo, poi per fessura fino in sosta. (50m, VI)

L3 - Si arrampica sulla sovrastante difficile placca verticale e con passaggi delicati si esce sulla destra, quindi via via più semplice. (55m, VII+)

L4 - Ancora con arrampicata semplice seguendo le zone di minor resistenza ci si congiunge con la via dei Morbegnesi. (45m, IV+)

L5 - Si punta il camino di uscita ed aiutati dai chiodi a pressione si sale la compatta placca fessurata fin sotto al camino, superato questo in breve sulla cresta. (30m, VII o A0)

DISCESA: ci sono due possibilità, con la prima si scende dalla cima sulle vie della parete nord-est (via Bramani o Fiorelli); la seconda possibilità è nettamente più veloce e consiste nel calarsi subito dopo aver superato il camino che porta in cresta. Quindi con poche doppie, sempre sul versante nord-est, si raggiungono le pietraie sottostanti ed in breve il sentiero che riporta al rifugio.

FOTO DELLA VIA

SCHIZZO DELLA VIA

 Schizzo via Tien An Men

Condividi
Copyright © 2011- www.tuttoinlibera.it - All rights reserved - Webmaster ELISA&ALESSANDRO - info@tuttoinlibera.it