Parete nord-ovest del Civetta



PUNTA DELLA SFINGE 2802m - VIA DEI MORBEGNESI

LUNGHEZZA: 280m di sviluppo, 7 lunghezze
DIFFICOLTA': VII o A0 (VI- obbligato)
ESPOSIZIONE: sud - est
MATERIALE CONSIGLIATO: rinvii, nuts e friends, cordini, eventualmente un picozzino per l'attacco ad inizio stagione.
TIPO DI ROCCIA: ottimo granito tipico del Masino
APRITORI: F. Bottà - F. Bottani -G. Dell'Oca - A. Passerini - L. Romegialli
NOTA BENE: via non particolarmente entusiasmante, comunque meritevole di una ripetizione. Attenzione al diedro di attacco, potrebbe essere bagnato dopo piogge.
PERIODO CONSIGLIATO: da giugno ad ottobre
ACCESSO STRADALE: da Milano si raggiunge la città di Lecco, si imbocca la Lecco-Colico (SP36) ed al suo termine si seguono le indicazioni Valtellina. Seguire per Sondrio, prima della città, all'altezza di Ardenno, si svolta a sinistra e si segue per la Val Masino. Raggiunto l'abitato di S. Martino si seguono le indicazioni per le terme e si posteggia. Attenzione: il parcheggio delle terme è a pagamento, una cinquantina di metri prima si trova uno spiazzo per poter parcheggiare gratis.
AVVICINAMENTO: dal Rif. Omio salire il sentiero per il passo Ligoncino, quindi deviare a sinistra puntando allo sperone est della Sfinge (circa 1h dal rifugio).
ATTACCO: si attacca sulla traiettoria di un marcato diedro, inconfondibile.
DISCESA: ci sono due possibilità, con la prima si scende dalla cima sulle vie della parete nord-est (via Bramani o Fiorelli); la seconda possibilità è nettamente più veloce e consiste nel calarsi subito dopo aver superato il camino che porta in cresta. Quindi con poche doppie, sul versante nord-est, si raggiungono le pietraie sottostanti ed in breve il sentiero che riporta al rifugio.

FOTO DELLA VIA


Condividi
Copyright © 2011- www.tuttoinlibera.it - All rights reserved - Webmaster ELISA&ALESSANDRO - info@tuttoinlibera.it