Parete nord-ovest del Civetta



PIC ADOLPHE REY 3536m - VIA SALLUARD

LUNGHEZZA: 300m di sviluppo, circa 9 lunghezze
DIFFICOLTA': VI, V+ obbligato
ESPOSIZIONE: est
MATERIALE CONSIGLIATO: rinvii, serie completa di friends
TIPO DI ROCCIA: ottimo granito
APRITORI: F. Salluard,T. Busi nel 1951
NOTA BENE: bella via, ottima per ambientarsi al Monte Bianco e acclimatarsi in previsione di salite più impegnative. Attenzione all'affollamento.
PERIODO CONSIGLIATO: estate
ACCESSO STRADALE: da Milano prendere la Mi-To, quindi l'autostrada in direzione Monte Bianco e Courmayeur, funivia di punta Helbronner, fermarsi al rifugio Torino.
AVVICINAMENTO: dal rifugio Torino si passa il Col Flambeaux e, attraversando la Vallèe Blanche verso la Francia, si perviene rapidamente al Pic Adolphe Rey. (1h circa dalla funivia)
ATTACCO: alla base dello sperone di destra, facili gradoni dopo la terminale.
RELAZIONE: segue la cresta sinistra, parallela alla via Guillaume Terray, sino a congiungersi con questa poco sotto la cima.
DISCESA: in doppia sulla via.

FOTO DELLA VIA


Condividi
Copyright © 2011- www.tuttoinlibera.it - All rights reserved - Webmaster ELISA&ALESSANDRO - info@tuttoinlibera.it