Parete nord-ovest del Civetta



BRIC PIANARELLA 400m - VIA INPS

LUNGHEZZA: 200m circa di sviluppo
DIFFICOLTA': 6c o A0
ESPOSIZIONE: ovest
MATERIALE CONSIGLIATO: rinvii
TIPO DI ROCCIA: ottimo calcare, parecchio unto dalle numerose ripetizioni
APRITORI: A.Cornacchia, D.De Meneghi, G.Genzone, F.Leardi, P.Porcu, W.Savio, S.Squarciafichi, R.Tarroni nel Gennaio del 1980
NOTA BENE: via divertente con alcuni tiri molto caratteristici e particolari, i tiri centrali costeggiano un'ampia erosione costituita da numerose vene di quarzo. Per il resto niente di particolare da segnalare, non è sicuramente una via che merita il viaggio da Milano.
PERIODO CONSIGLIATO: mezze stagioni
ACCESSO STRADALE: per chi proviene da est si prende l'uscita dell'autostrada Feglino e si scende verso sud sino all’agriturismo "A Cà de Alice" dove si parcheggia (la parete si trova difronte). Per chi proviene da ovest si esce a Finale Ligure, a Final Borgo si sale verso Orco Feglino sino all’agriturismo “A Cà de Alice”, dove si parcheggia.
AVVICINAMENTO: imboccare un sentiero che parte nei pressi di una piccola cappella sul bordo della strada, seguirlo sin sotto la parete e costeggiarla verso destra (faccia a monte). Un ultimo ripido tratto dietro un avancorpo conduce all’attacco della via.
ATTACCO: scritta "INPS" in rosso.
RELAZIONE: placche conducono alla base dell’erosione, superarla sulla destra ed uscire sulla sommità della parete dopo aver superato una serie di nicchie.
DISCESA: dall’uscita della parete a sinistra, costeggiando la sommità per una buona traccia che a tratti si perde un pò, quindi seguire una serie di bolli blu e poi rossi (seguendo sempre l’ovest) sino a ricongiungersi al sentiero di salita.

FOTO DELLA VIA


Condividi
Copyright © 2011- www.tuttoinlibera.it - All rights reserved - Webmaster ELISA&ALESSANDRO - info@tuttoinlibera.it