Parete nord-ovest del Civetta



CORNA DI MEDALE 1029m- VIA ETERNIUM

LUNGHEZZA: 150m di sviluppo + 50m della via Taveggia
DIFFICOLTA': 6c (6a+ obbligato)
ESPOSIZIONE: sud-est
MATERIALE CONSIGLIATO: rinvii, qualche friends medio
TIPO DI ROCCIA: ottimo calcare
APRITORI: Emanuele Panzeri, Maurizio Garota, Eugenio Manni nel 1989
NOTA BENE: via molto bella e sostenuta, ottima da concatenare con Messico e Nuvole oppure la parte alta della via Taveggia, ne uscirà così una combinazione di sicura soddisfazione ed impegno. In caso di necessità è anche possibile uscire alla cengia mediana con un lungo traverso verso destra (faccia a monte) sino ai pendii boscosi del versante nord, giungere al sentiero che scende dalla vetta, traccia e qualche ometto.
PERIODO CONSIGLIATO: inverno e mezze stagioni
ACCESSO STRADALE: seguendo la super strada Milano-Lecco si esce all’uscita Lecco Centro, quindi si seguono le indicazioni Valsassina. Arrivati alla località di Laorca si parcheggia nei pressi di un campo da calcio parrocchiale.
AVVICINAMENTO: dirigersi verso il centro di Laorca e passando davanti al cimitero si prosegue lungo la stradina cementata sino al B&B da dove si lascia la stradina per inoltrarsi su un ottimo sentiero che in breve conduce ad una larga strada in cemento sotto la rete paramassi. Continuando in salita si giunge sotto lo spigolo est del Medale, imboccare il sentiero che passa sotto la parete sud-est, al primo bivio si inizia a salire più decisamente fin sotto la parete rocciosa che si costeggia sino ad incontrare un avancorpo con la scritta Taveggia (30 minuti).
ATTACCO: percorrere il primo tiro della via Taveggia.

RELAZIONE
L1 - Salire sino al balcone, quindi proseguire con facile arrampicata sino in sosta, alla base di due diedri paralleli su un comodo terrazzo. (50m, 1 resinato, sosta su resinati, 4c)

L2 - Salire il diedrino, via via più facile sin sotto uno strapiombino che si supera sulla destra, per poi rientrare in sosta sulla sinistra. (25m, numerosi resinati e ch. sosta a resinati, 6b+)

L3 - Entrare nel diedro e, con difficile passaggio, uscire sulla sinistra a un terrazzino alla base di una fessura che si segue sino in sosta. (25m , resinati e chiodi, sosta a resinati, 6c)

L4 - Salire la difficile placca che via via diventa più facile, sino ad una zona più semplice, ora con numerosi passaggi strapiombanti si perviene in sosta. (45m, resinati e chiodi, sosta su resinati, 6c)

L5 - Aggirare sulla sinistra una prua. Con passaggi di placca si entra in un diedro sino alla cengia sommitale. (40m, numerosi resinati, sosta a resinati, 6b)

DISCESA: se si termina concatenando una delle vie nella parte superiore, bisogna seguire la traccia che passa per boschi ed alcuni tratti attrezzati sino al sentiero che scende dalla corda di Medale. Altrimenti si segue la cengia mediana come descritto nelle note.

FOTO DELLA VIA

SCHIZZO DELLA VIA

Schizzo via Eternium

Condividi
Copyright © 2011- www.tuttoinlibera.it - All rights reserved - Webmaster ELISA&ALESSANDRO - info@tuttoinlibera.it