Parete nord-ovest del Civetta



TOUR DE GAULENT 2700m - VIA GAULENT TEMENT

LUNGHEZZA: 180m di sviluppo, 6 lunghezze
DIFFICOLTA': 6a+/A0 (5c obbligato)
ESPOSIZIONE: sud-est
MATERIALE CONSIGLIATO: rinvii, qualche friends medio/piccolo
TIPO DI ROCCIA: ottimo calcare
APRITORI: JM Cambon - Babeth Rambaud 2007
NOTA BENE: la via è su roccia ottima, come le ultime due lunghezze che hanno tratti su gocce molto ruvide e dalla massima aderenza, anche la chiodatura è sicura e ben fatta. L'itinerario risulta molto corto, peccato, ma la giornata è ben riempita dal lungo e faticoso avvicinamento. Il vallone è molto bello e solitario, la salita merita una ripetizione.
PERIODO CONSIGLIATO: estate e mezze stagioni, la parete è ottimamente esposta al sole
ACCESSO STRADALE: raggiunta la città di Briançon si prosegue in direzione Gap, oltrepassato il paese di Argentière La Bessèe si trovano sulla destra le indicazioni per il paese di Champcella, seguirle sino a raggiungere il paese, dal quale si trovano sulla destra le indicazioni per il paesetto di Ponteil, continuando ci si addentra nel vallone di Tramouillon e la strada diventa sterrata, seguire la strada sino al suo termine, nei pressi della Cabane de Tramouillon.
AVVICINAMENTO: dalla Cabane de Tramouillon si imbocca un comodo sentiero in direzione del colle Haute, una volta lasciato sulla destra il Col di Tramouillon ci si inoltra nel bellissimo vallone. Raggiunta la pietraia che scende dal Tour de Gaulent si inizia a salire il ripido pendio, fatto di pietraie e prati erbosi sin sotto la parete, molto faticoso. (1h30min / 2.00 ore)
ATTACCO: a destra di una torre triangolare, nella parte sinistra della parete. Si attacca presso una rampa che va da destra a sinistra (spit visibili).

RELAZIONE:
L1 - Salire la rampa su ottima roccia ma con chiodatura un pò costretta. (30m, spit, 5c)

L2 - Salire sopra la sosta sino alla cengia superiore, attraversarla e superare un'ultima placca verticale con spit visibili per sostare in cima ad uno speroncino. (30m, spit, 5a)

L3 - Salire il facile speroncino sin sotto la parete verticale, attraversando a destra si entra in un diedro che si sale fino al suo termine, quindi con una facile ma esposta traversata verso destra si arriva in sosta. (30m, spit, 6a+/A0)

L4 - Salire il bellissimo diedro sovrastante uscendo su una facile cengia con qualche blocco instabile. (30m, spit, 5c)

L5 - Salire la placca sovrastante su roccia magnifica e, con un ultimo ostico passaggio, si esce da un diedrino e si arriva alla sosta. (35m, spit, 6a)

L6 - Seguire gli spit sino ad una fessura che poi diventa camino quindi, sempre su roccia bellissima, lo si scala e via via diventa sempre più facile, si salta una sosta sulla destra e, per un ultimo strapiombino, si raggiunge l'ultima sosta della via. (40m, spit, 6a)

Con un'altra lunghezza di terzo grado si può raggiungere la cima del Tour del Gaulent, soluzione non testata.

DISCESA: dall'ultima sosta si effettua una doppia sino alla cengia dove arriva la L4 (60m), quindi una doppia di 30m porta alla L3 e con un'ultima doppia da 55m si arriva alla base della parete.

FOTO DELLA VIA

SCHIZZO DELLA VIA

Schizzo via Gaulent Tement

Condividi
Copyright © 2011- www.tuttoinlibera.it - All rights reserved - Webmaster ELISA&ALESSANDRO - info@tuttoinlibera.it