Parete nord-ovest del Civetta



GRIGNA MERIDIONALE 2184m
TORRE COSTANZA 1723m - VIA L'ALTRA FACCIA DELLA GRIGNA

LUNGHEZZA: 140m circa di sviluppo, 4 lunghezze
DIFFICOLTA': 6c+ (5c obbligato)
ESPOSIZIONE: est
MATERIALE CONSIGLIATO: rinvii, eventualmente qualche friends se si effettua la nostra variante.
TIPO DI ROCCIA: calcare
APRITORI: Paolo Vitali - Sonia Bramati - Pietro Corti 1 giugno 2003
NOTA BENE: sicuramente una bella via su roccia ottima da consigliare e ripetere, da tener presente che la via richiede un utilizzo impeccabile dei piedi su una roccia che non è molto lavorata. La chiodatura è distanziata, bisogna avere il 5c ben consolidato.
PERIODO CONSIGLIATO: da maggio a settembre
ACCESSO STRADALE: da Milano si raggiunge la città di Lecco e si seguono le indicazioni per la Valsassina, una volta a Ballabio salire ai Pian dei Resinelli poi per la località le Foppe.
AVVICINAMENTO: dalla via le Foppe, seguire le indicazioni per il rif. Rosalba sino al bivio (segnato da cartello segnaletico) per la Torre Costanza e Punta Giulia, seguire sempre per la Torre Costanza sino ad imboccare un canale con numerosi ometti, passi di II+, sin sotto la gigantesca torre (1h15/1h30). Ci sono altre possibilità di avvicinamento alla parete con tracce di sentiero, personalmente questo avvicinamento ci è sembrato più logico e veloce per la salita, mentre in discesa conviene seguire le tracce che tagliano ripidi prati in direzione est (numerosi ometti) sino a ricongiungersi al sentiero che conduce alla punta Giulia.
ATTACCO: al centro della parete est, spit a circa 5 metri.

RELAZIONE:
L1 - Superare la lunga e compatta placca con passi non banali seguendo sempre gli spit. (40m, numerosi fix, sosta su 2 fix, 6b)

L2 - Seguire sempre i fix con passi atletici e divertenti sino in sosta. (30m, numerosi fix, sosta su 2 fix, 6a)

L3 - Lunghezza chiave, seguire i fix con passaggi molto tecnici che richiedono un buon utilizzo dei piedi, secondo noi è parecchio svalutata nelle difficoltà, quindi abbiamo preferito divertirci ad arrampicare e non a mungere i rinvii, siamo usciti a destra ed abbiamo raggiunto la sosta per rampe a tratti un pò erbose. (40m, parecchi fix e 1 chiodo, sosta su 2 fix, 6c+)

L4 - Dritti si supera uno strapiombino, quindi si raggiunge facilmente la cima. (30m, 1 fix, sosta su 2 fix, 5c)

DISCESA: arrivati in cima si segue la scritta in arancione DISCESA, quindi si continuano a seguire dei bolli arancioni, abbassandosi di una trentina di metri sino alla sosta con calata. Con 3 calate da 25m si arriva alla base, è comunque possibile calarsi sulla via.

FOTO DELLA VIA

SCHIZZO DELLA VIA

Schizzo via L'Altra Faccia della Grigna

Condividi
Copyright © 2011- www.tuttoinlibera.it - All rights reserved - Webmaster ELISA&ALESSANDRO - info@tuttoinlibera.it