Parete nord-ovest del Civetta



ARGENTERA CIMA SUD 3297m - CRESTA SIGISMONDI

LUNGHEZZA: 500m di sviluppo
DIFFICOLTA': III e un passaggio di III+
ESPOSIZIONE: sud - ovest
MATERIALE CONSIGLIATO: 3 rinvii, 1 spezzone di corda da 30m, qualche friends
TIPO DI ROCCIA: granito
APRITORI: A.Brofferio - V.Sigismondi il 24-06-1908
NOTA BENE: cresta in un ambiente selvaggio e isolato, con vedute magnifiche sul Monviso, la costa italo-francese e tutte le Marittime. Nel complesso la via è a tratti elementare con difficoltà molto semplici, ma nel tratto tra la punta Genova e la Cima Sud l'esposizione e alcuni passaggi di III+ rendono più suggestiva la gita. Ho percorso la salita in solitaria in una magnifica giornata di sole, nel complesso si tratta di una salita su roccia sempre buona.
PERIODO CONSIGLIATO: da luglio a settembre.
ACCESSO STRADALE: raggiunto Cuneo, proseguire per Borgo San Dalmazio, quindi per S. Anna di Valdieri si passa da Andonno, Valdieri ed in breve si raggiunge il piccolo paese di S. Anna di Valdieri. Proseguendo si arriva alle terme e per una stradina di montagna, a tratti asfaltata e a tratti sterrata si perviene al Gias delle Mosche 1591m, si prosegue sino a quando la vallata diventa più ampia e meno boscosa.
AVVICINAMENTO: per comodo sentiero sino al rifugio Remondino, quindi si prosegue sulla traccia che porta al Canale dei Detriti, ad un certo punto si devia e ci si dirige in direzione del colletto Freshfield che si raggiunge per un ripido canale. (1.30h dal rifugio)
ATTACCO: una grande placca adagiata di II.
DISCESA: lungo la via normale che passa per il canalone dei detriti ed in breve al rifugio Remondino.

FOTO DELLA VIA


Condividi
Copyright © 2011- www.tuttoinlibera.it - All rights reserved - Webmaster ELISA&ALESSANDRO - info@tuttoinlibera.it