Parete nord-ovest del Civetta



TORRE D'AMBIEZ 2840m - DIEDRO ARMANI

LUNGHEZZA: 250m di sviluppo
DIFFICOLTA': IV+
ESPOSIZIONE: est
MATERIALE CONSIGLIATO: rinvii, serie completa di friends, cordini
TIPO DI ROCCIA: ottimo calcare del Brenta
APRITORI: Matteo Armani - Ettore Gasperini Medaia 11 luglio 1938
NOTA BENE: via facile e breve, ottima nelle giornate di tempo incerto, molto bella e su roccia solida, bellissimo il diedro alto.
PERIODO CONSIGLIATO: da luglio a settembre
ACCESSO STRADALE: dall'autostrada A4 si esce a Brescia Est, per superstrada si procede verso est fino ad immettersi sulla ss 45 bis in direzione Salò, senza arrivare a questa si entra in val Sabbia e si passa per Vestone, il lago d'Idro e si arriva a Tione di Trento. Si segue per Molveno sino al paese di S. Lorenzo in Banale da dove si seguono le indicazioni per la val d'Ambiez.
AVVICINAMENTO: : dal parcheggio si percorre tutta la strada che risale la val d'Ambiez sino al rifugio al Cacciatore 1822m (1,45/2 ore circa, possibile passaggio in Jeep, molto costoso). Si prosegue per la mulattiera o sentiero sino al rifugio Agostini (1 ora, 3 ore dal parcheggio). Si continua all'interno del vallone d' Ambiez sin sotto l'evidente torre (20 minuti dal rifugio).
ATTACCO: pochi metri a sinistra si una grande fessura che si raggiungerà dopo pochi metri da terra, possibile neve all'attacco.

RELAZIONE:
L1 - Alzarsi a sinistra della fessura quindi traversare qualche metro a destra sino alla suddetta larga fessura, verticalmente alla sosta. (35m, qualche ch., IV+)

L2 - Si segue il diedro obliquo a destra che porta ad una zona facile. (20m, qualche ch., IV)

L3 - Dalla terrazza si sale nel diedro per 45m sino ad una comoda cengia detritica. (45m, 2ch., IV+)

L4-L5-L6 - Si segue il bellissimo diedro su roccia ottima sino a pochi metri sotto la vetta, quindi per facili e brevi roccette si perviene alla cima. (100m, qualche ch., IV+; III la parte finale)

DISCESA: dalla vetta si effettuano 2 corde doppie sulla via Anna, quindi una terza doppia in un lungo diedro/camino sempre sulla via Anna porta alla cengia mediana da dove ci si ricongiunge alla via normale. Seguendo i numerosi ometti e con brevi tratti di facile arrampicata si perviene sul versante opposto a quello di salita. Seguendo il vallone verso valle ci si collega al sentiero che porta alla ferrata Castiglioni ed in breve al rifugio Agostini.

FOTO DELLA VIA

SCHIZZO DELLA VIA

schizzo via Armani

Condividi
Copyright © 2011- www.tuttoinlibera.it - All rights reserved - Webmaster ELISA&ALESSANDRO - info@tuttoinlibera.it